Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie,  consulta la pagina sulla privacy.
Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all’uso dei cookie.

 

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pittoresco borgo marinaro della Costiera Amalfitana, Cetara sorge ai piedi del monte Falerio e, distendendosi in una profonda vallata fiancheggiata da vigneti ed agrumeti, si apre quasi a ventaglio sulla stretta fascia pianeggiante a livello del mare.

Il paese è affacciato sul mare : la piccola e suggestiva spiaggia è dominata dalla Torre Vicereale, risalente al XIV secolo ma modificata più volte nel corso dei secoli. Inoltre, molto interessanti sono anche la chiesa di San Francesco del XVII secolo, con annesso un convento, e la romanica chiesa di San Pietro, patrono della città di Cetara.

La notte del 29 giugno,  si celebra in onore del Santo Patrono,  la processione che arriva fin sul mare e i bellissimi fuochi d'artificio accesi sul porto.
Nel mese di luglio,  si svolge la tipica sagra del tonno, manifestazione che permette la degustazione di  specialità gastronomiche tipiche cetaresi.

 



La Torre di Cetara è stata acquistata dal Comune di Cetara nel 1998 e nel 2002 sono stati avviati i lavori di restauro e consolidamento con l’obiettivo di realizzare un innovativo progetto di sistemazione museale. Il 31 marzo, terminati i lavori, la torre è stata inaugurata al pubblico.

 InaTorre

 

 

Storia

La torre di Cetara è stata inizialmente  edificata nel XIV secolo in età angioina con la costruzione del nucleo di forma cilindrica.

Nella primavera del 1534,  le armate turche (ottomani) guidati da Kheir-Eddin, il feroce pirata Barbarossa, saccheggiarono  Cetara, Erchie e i casali confinanti.

Dopo il tragico episodio la torre fu fortificata con una sopraelevazione “a doppia altezza” (periodo aragonese).

La torre di Cetara faceva parte di un complesso di fortificazione, costituito da 400 torri, costruite per proteggere le coste dell'Italia meridionale. Le torri servivano per l'avvistamento delle imbarcazioni nemiche. Tramite la trasmissione di segnali, da una torre a un'altra, con il fuoco, quando era buio, e con il fumo, quando c'era visibilità, si poteva mettere in guardia la popolazione dal pericolo del nemico e dare loro il tempo di attrezzarsi per difendere la costa dagli attacchi.

La torre di Cetara era munita di tre cannoni di bronzo, simili a quelli utilizzati sulle navi,  e di  "petrieri", bocche da fuoco in grado di tirare verso il basso.

Cetara_Acquerello_Di_Inizio_800

Cetara, acquerello inizio '800

Verso la fine del 1800, alle strutture esistenti furono aggiunti due  piani.
 
 Torre
 

Immagini del restauro della torre.

 

torre2002

 

Torre2010

 

bannerTorre

Per tutte le informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sito web http://www.torredicetara.it

Pagina facebook La-Torre-di-Cetara

 

 



Webcam Cetara

Webcam Cetara

Webcam Cetara Torre
 
cam 2

 Webcam Erchie

Link alle webcam Cetara

© Associazione Windsurfing Cetara - Tutti i diritti sono riservati - CF 95125820654 | Privacy Policy